MERCATO DEL LAVORO | I lavori più richiesti, in presenza e in smartworking

da | Ago 28, 2020 | Blog

Ma come sta il mercato del lavoro ai tempi del COVID?

Prendiamo la temperatura del nostro paziente per misurare il livello di salute del mercato del lavoro e quali sono le professioni che mostrano maggior vitalità e prospettive di sviluppo, così come quelle che invece mostrano segni di grave sofferenza.

L’indagine

LinkedIn ha sviluppato un’interessante indagine sull’andamento del mercato del lavoro basandosi sui dati globali di tutti gli annunci di lavoro di giugno e luglio 2020.

Focus dell’indagine: i lavori più richiesti e con la domanda in più rapida crescita.

I dati ci offrono una panoramica delle figure più richieste al mondo e quali sono i profili professionali che hanno registrato i maggiori picchi di domanda.

Oltre a evidenziare un’impressionante aumento delle offerte per lavoro a distanza, è interessante osservare quali sono i lavori per cui si registra il maggior numero di ricerche.

 

AAA Consulenti cercasi

Rispetto all’ultimo studio effettuato nel periodo Covid, le cui principali evidenze erano l’aumento della domanda di ruoli molto operativi e di servizio nei settori sanità, logistica, food (ad esempio autisti, cuochi e infermieri), gli ultimi dati mostrano una crescita della ricerca di lavori di consulenza e di assistant-manager, in particolare nelle industry della finanza e della sanità.

 

 

In presenza o in smartwoking: i profili più ricercati

Relativamente agli annunci per posizioni da svolgere in remoto, emerge un quadro sensibilmente differente.

La domanda di professionisti di vendita on-line sta aumentando rapidamente, così come la domanda di ruoli manageriali (i manager costituiscono la metà dei 10 profili più ricercati per lo smartworking).

I lavori più richiesti nel complesso non sono cambiati molto dall’analisi di luglio, come evidenziato dalla chart.

 

Le professioni legate al settore del software sono tra i quattro dei primi cinque lavori ricercati per lo svolgimento in remoto, seguiti dal settore vendite e sviluppo aziendale (che occupano la quasi totalità degli altri posti tra i primi 10).

 

Offerte di lavoro in Remote: il settore Software domina il mercato, seguito da quello ingegneristico

Il settore del software è quello trainante.

Del resto, gli specialisti IT sono tradizionalmente abituati e capaci di lavorare da remoto (ciò è anche evidenziato dal sondaggio sull’indice di fiducia nelle proprie capacità di agire in smartworking sempre condotto da LinkedIn).

 

Vediamo cosa ci aspetterà nei prossimi mesi: per il momento puntiamo sulla capacità di reagire al cambiamento con velocità e resilienza.

 

Laura Colombo

 

CONTATti

Vuoi una consulenza?

Mail

laura.colombo@etass.it

Telefono

+39.0362.231231

Indirizzo

Via Augusto Mariani 15/17-
20831 Seregno (MB)

Privacy Policy