FONDO NUOVE COMPETENZE | Tutto ciò che c’è da sapere, in pratica – seconda parte

da | Dic 4, 2020 | Blog

Luca Viscardi, conduttore e speaker digitale, intervista Laura Colombo sugli strumenti per aiutare le aziende e tornare ad essere competitive. Seconda Parte.

IL “FONDO NUOVE COMPETENZE” DOVREBBE CONSENTIRE ALLE AZIENDE DI TORNARE COMPETITIVE ADATTANDOSI AI CAMBIAMENTI DEL MONDO DEL LAVORO E ACCELERANDO I PROCESSI DI DIGITALIZZAZIONE. IL PROBLEMA È CHE LA SCADENZA PER L’INIZIO DEI CORSI, FINANZIATI CON 700 MILIONI, È IL 31 DICEMBRE E IL PERCORSO PER ATTIVARLI MOLTO TORTUOSO. COSA NE PENSI LAURA?

Ci sono alcuni elementi che rischiano di rendere il processo di accesso e fruizione al Fondo Nuove Competenze meno fluido di quanto dovrebbe essere. Innanzitutto, l’ente di riferimento è l’ANPAL, Agenzia nazionale politiche attive del Lavoro che fa capo al Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali.
La norma istitutiva del Fondo attribuisce un ruolo, nella sua governance, al ministero del Lavoro, all’Anpal, alle regioni, all’Inps, ai fondi paritetici interprofessionali e al Fondo per la formazione dei lavoratori somministrati.

Il dialogo tra tutti questi soggetti deve svolgersi mediante intese, convenzioni, pareri, avvisi.

Sono attività burocratiche che devono concludersi entro il 31 dicembre 2020, data entro la quale, però, devono anche partire i corsi di formazione.

Se ogni tassello non va al suo posto entro questa data – ormai molto vicina – il Fondo, che vale più di 700 milioni di euro, non sarà operativo.

 

A CHI POSSONO RIVOLGERSI LE AZIENDE PER ESSERE ASSISTITE NELLE PRATICHE BUROCRATICHE?

Al momento è possibile rivolgersi a una serie di enti indicati da ANPAL. La pratica viene affidata a questi enti certificati ed autorizzati che si occuperanno della progettazione, dell’erogazione e della gestione.

Tutte le Regioni hanno un albo di riferimento, per cui è tutto molto diretto e trasparente.

 

MA QUINDI ETASS PUÒ AIUTARE LE AZIENDE A PRESENTARLA?

Certamente! Noi aiutiamo le aziende con i dispositivi di finanziamento per la formazione da più di 20 anni ormai e siamo pronti anche per il Fondo Nuove Competenze.

Però, a mio avviso lo Stato – secondo il principio sussidiario orizzontale, dovrebbe affidare le risorse in gestione, ai soggetti come i Fondi interprofessionali e agli enti accreditati, che hanno dato ampiamente prova di capacità e velocità nei tempi di approvazione, erogazione e gestione dei contributi.

Con le complessità attuali, anche mediate da enti come il mio che ha per mandato quello di assistere le imprese, non si incentivano le micro e le piccole imprese ad accedere al Fondo nuove competenze.

Le aziende devono investire subito in formazione e in digitalizzazione e, per farlo, devono ricevere i contributi il prima possibile e nel modo più semplice e veloce possibile

In ogni caso, quello che possiamo garantire da subito a tutte le aziende che ne avranno necessità che seguiremo per loro conto tutte le fasi: dalla progettazione alla rendicontazione, e in modo del tutto gratuito. L’azienda pagherà a ETAss solo i costi della formazione erogata.

 

ALLORA LA FORMAZIONE EROGATA DA ETASS RESTERÀ COMUNQUE A CARICO DELL’AZIENDA, QUINDI PER L’AZIENDA CI SARÀ UN COSTO?

Eh No. Nessun costo a carico dell’Azienda. Per rendere il tutto immediatamente comprensibile ti faccio un esempio concreto.

Supponi che l’azienda metta in formazione 10 persone che costano 25€/ora riceverà un rimborso di 250 euro per ogni ora formativa.

ETAss costerà all’azienda, a seconda del tipo di attività, al massimo 180 euro l’ora.

Calcolo presto fatto. L’azienda riceverà un rimborso che non solo copre i costi ma supera di 70 euro orari il costo di ETAss. Continuiamo con il nostro ragionamento esemplificativo: un’azienda che volesse implementare più percorsi per un totale di 200 ore, non solo avrà tutti i costi coperti e ma avrà accantonato 14.000,00 euro.

Che ne pensi Luca? Finalmente qualcosa di veramente concreto per il rilancio del nostro sistema. Speriamo solo che lo rendano fattibile senza soffocarlo nelle pastoie burocratiche tipiche del nostro paese.

Per andare alla Video Intervista clicca qui.

Per andare alla prima parte della Video Intervista clicca qui.

CONTATti

Vuoi una consulenza?

Mail

laura.colombo@etass.it

Telefono

+39.0362.231231

Indirizzo

Via Augusto Mariani 15/17-
20831 Seregno (MB)

Privacy Policy